Mauro Gallorini

Ciao pentastellati sono Mauro nato il 18 maggio 1970 ed ho 28 anni (mi piacerebbe fosse vero…).
Sposato con mia moglie……il capo.
Mia figlia Francesca è la gioia della mia vita.
Soffro quando vedo in lei i miei difetti.
Testardo, lento ma inesorabile, arrogante e permaloso, non mi piace fare le cose con fretta, non mi stanco mai delle cose che mi piacciono. Su tutte: ciliegie fichi ciccioli e castagnole.
A scuola sono sempre andato bene con il minimo sforzo. Dazio che ho pagato alla facoltà di ingegneria che ho abbandonato al secondo anno.
Al militare ho stretto amicizie fraterne che ancora coltivo.
Amo la mia terra.
Ho una mania per le piante da frutto, a primavera non resisto e pianto sempre frutti nuovi. Sindrome da vanga.
Ho una vigna che curo memore degli insegnamenti di mio nonno, quando sono li lo sento sempre accanto a me. Dall’uva al vino faccio tutto in casa seguo tutti i processi personalmente.
In Buitoni dal 1992 ho fatto la carriera del gambero; con Nestlé programmazione responsabile di magazzino esperienza all’ estero con uno star- up a Rosier in Francia. Membro del team di sviluppo del sistema operativo SAP a Francoforte…. poi cessione a Newlat un anno e mezzo tra Cremona e Eboli per poi accettare un demansionamento per ritornare a Casa.
Passioni si la pesca che pratico raramente , il nuoto che pratico raramente…… poi una terza cosa che al momento non ricordo ma che pratico raramente.
La politica o la fai o la subisci ed io sono il tipo a cui non piace subire.
Vi ho annoiato ma se la ritenete una buona presentazione la archivio, visto mai uno un giorno non debba andare ad “uomini e donne”.
Vi saluto con lo stralcio di un testo di una canzone che mi appartiene.
.”…. chi mi ha fatto le carte mi ha chiamato vincente ma uno zingaro è un trucco…..”
Chi indovina la canzone avrà un mio abbraccio perché vorrà dire che ha letto tutto.
Ciao.