M5S: presentata in Regione un’interrogazione sulla carenza dei medici di famiglia


Tempo di lettura: 1 Minuto

In data odierna, 28 agosto 2021, è stata depositata presso il Consiglio Regionale l’interrogazione della consigliera del Movimento 5 Stelle Silvia Noferi sulla mancata nomina di un medico di medicina generale che possa sostituire il dottor Chiasserini, andato recentemente in pensione.

Sappiamo che la sanità è un settore di competenza prevalentemente regionale, e quindi abbiamo ritenuto che presentare quest’interrogazione in Regione fosse il modo più efficace per arrivare a una soluzione delle criticità che si sono create e anche per attirare l’attenzione sul depotenziamento del sistema sanitario che da tempo sta riguardando  la Valtiberina.

L’interrogazione è stata fatta grazie al lavoro del nostro gruppo che, dopo aver compreso come la situazione fosse delicata e soprattutto come bisognasse attivarsi subito per risolverla, ha prontamente richiesto l’intervento dei nostri rappresentanti in Regione Toscana, che come sempre ci hanno fornito il loro completo appoggio.

Nell’interrogazione (di cui alleghiamo il testo), dopo aver ricapitolato i fatti avvenuti e tutte le criticità ad essi conseguenti, richiediamo quali atti concreti stia predisponendo la ASL per arginare questa situazione, che è negativa sia per i cittadini che rischiano di non ricevere un’assistenza adeguata e tempestiva, sia per i medici che con un numero di assistiti così elevato non riescono a seguirli come vorrebbero.

Inoltre, richiediamo quali atti concreti saranno predisposti in vista degli imminenti e noti nuovi pensionamenti di medici nei prossimi mesi. Diventa infatti sempre più urgente e prioritario che la ASL si attivi immediatamente per attivare nuove convenzioni con altri medici di medicina generale.

Aspettiamo ora la risposta che sarà data all’interrogazione, e ovviamente solleciteremo affinché essa arrivi nel minor tempo possibile, nell’interesse di tutti i cittadini della Valtiberina.

 

Comitato per Catia Giorni sindaco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.