Bocciata la nostra mozione sulle comunità energetiche: altra occasione persa da parte dell’Amministrazione

Tempo di lettura: 2 Minuti

È stata discussa e votata nel Consiglio comunale di ieri la nostra mozione sulle comunità energetiche e l’autoconsumo collettivo, con cui chiedevamo all’Amministrazione di prendere in considerazione l’attuazione di queste misure, che ponendosi sulla strada delle energie rinnovabili e della sostenibilità ambientale, portano notevoli vantaggi ai cittadini (diminuiscono i costi della bolletta elettrica, alimentano la crescita economica, sostenibile e sociale e abbattono le emissioni inquinanti).

La mozione è stata bocciata, con voti contrari della maggioranza e della Lega Nord, astensione di Forza Italia e voto favorevole del PD. Questo dato ci rammarica molto: ancora una volta, Cornioli ha dimostrato un atteggiamento di chiusura nei confronti delle proposte provenienti dalle altre forze politiche. Il voto contrario è stato motivato con il fatto che, prima di essere votata, la mozione andava portata in Commissione e discussa, e quindi siamo stati invitati a ritirarla. In poche parole, la maggioranza ha affermato di condividere “lo spirito” della proposta, ma di voler prendere del tempo prima di esprimersi a riguardo. Un’arrampicata sugli specchi che nemmeno Forlani ai tempi d’oro….

Da sottolineare anche alcuni passaggi del discorso della Lega: i risparmi in bolletta che potrebbero scaturire da misure di questo tipo sono limitati (cosa peraltro oggettivamente non vera), quindi non vale nemmeno la pena perderci tempo. Ma sì, in fin dei conti, chi se ne frega delle energie rinnovabili e della sostenibilità ambientale!!

Questo modo di procedere da parte dell’amministrazione Cornioli non ci è nuovo: nel corso degli anni, è già successo con molte nostre proposte (per esempio, quella della short list degli euro progettisti per accedere ai bandi europei). Solo che le relative Commissioni non sono mai state fatte, e anche quando sono state fatte, non hanno portato a niente. È quindi logico che da parte nostra ci sia ormai una certa diffidenza, quando l’Amministrazione adotta strategie di questo tipo.

A nostro parere, se c’è condivisione su una proposta e su un progetto, lo si vota favorevolmente, e non si prendono altre strade che servono solo a “salvarsi la faccia” per non esprimere un voto contrario. Senza togliere il fatto che le varie proposte l’opposizione le presenta alcuni giorni prima del Consiglio comunale, e quindi la maggioranza ha tutto il tempo di fare approfondimenti in merito prima di esprimere un voto. Ci dispiace che questo atteggiamento di chiusura nei confronti delle varie proposte provenga da chi, ormai quasi 5 anni fa, in campagna elettorale aveva invece proclamato di essere intenzionato ad adottare un atteggiamento molto diverso, che avrebbe dovuto seguire la strada della condivisione e dell’ascolto, sia dei cittadini che delle altre forze politiche.

Noi, in questi pochi mesi che rimangono prima delle elezioni, continueremo a fare proposte e ad essere costruttivi, lavorando per costruire un altro modello di politica: una politica fatta di apertura, di condivisione e anche di coraggio. Che è quello che richiede anche questo particolare periodo storico: saper guardare avanti e affrontare nuove sfide.

 

Movimento 5 Stelle Sansepolcro

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.