Le proposte del Movimento 5 Stelle per una città più sicura e vivibile

Tempo di lettura: 2 Minuti

Molto spesso ci dicono che i poteri dell’Amministrazione comunale sul tema della sicurezza sono molto limitati: questo non è affatto vero, dato che il Sindaco è il principale responsabile della sicurezza dei suoi concittadini.

Sicuramente, la situazione a Sansepolcro si è aggravata dopo che il comando dei Carabinieri di Sansepolcro è stato declassato a tenenza, caso quasi unico in Toscana. L’amministrazione PD non ha mosso un dito per impedirlo, obbedendo agli ordini dall’alto: e questo rende anche l’idea di quanto la nostra città sia attualmente poco considerata sul piano regionale. Il prossimo rischio concreto è quello di perdere anche il Commissariato di Polizia: non possiamo permetterci questo ulteriore taglio, e se avremo l’onore di essere scelti dai cittadini per amministrare Sansepolcro ci impegneremo con tutte le nostre forze affinché questo non avvenga.

Il Sindaco, secondo noi, può e deve svolgere un ruolo attivo di coordinamento tra le forze dell’ordine presenti, affinché queste siano veramente presenti nel territorio, svolgendo quell’azione di presidio e controllo che è giustamente richiesta da tutti i cittadini di Sansepolcro.

Una città ben illuminata è anche una città più sicura: attualmente invece ci sono tantissime zone di Sansepolcro, sia quelle più centrali che quelle periferiche, che sono completamente al buio (basti pensare alla zona di Porta del Ponte, che per esempio anche ieri sera era completamente all’ombra). Anche in questo ambito, le promesse da parte dell’Amministrazione PD sono state molte, ma è sotto gli occhi di tutti che esse non hanno portato a niente di concreto. Uno dei punti principali del nostro programma è invece quello di dotare Sansepolcro, in ogni zona, di un efficiente sistema di illuminazione pubblica.

Per fare questo, si può ricorrere anche ai Fondi europei, che invece attualmente sono quasi del tutto inutilizzati. Questi finanziamenti si possono richiedere anche per un sistema di videosorveglianza. Ricordiamo che un sistema di videosorveglianza a Sansepolcro era stato realizzato, nel 2009, e anche pagato, ben 80000 euro di soldi nostri: fu poi però bloccato da quelle stesse forze politiche che adesso ne chiedono il ripristino, tra le quali militava anche qualche esponente dell’allora Alleanza Nazionale, che adesso sostiene a fasi alterne il candidato Cornioli insieme a Rifondazione Comunista. Per noi, un sistema di videosorveglianza può essere sicuramente un valido deterrente per i malintenzionati e un utile strumento per le indagini, quindi ne valuteremo attentamente le modalità più efficaci di realizzazione. Tale sistema inoltre, esso può essere utile anche per contrastare gli atti di vandalismo che anche recentemente si sono verificati nel Centro storico, soprattutto nella zona di Piazza Dotti.

Se saremo noi ad amministrare Sansepolcro, ci impegneremo fin da subito per renderla una città più sicura, ben tenuta e più vivibile. Non accetteremo tagli e altre imposizioni dall’alto né sprecheremo altri soldi per opere che sono poi abbandonate ancora prima di entrare in funzione.

Catia Giorni – candidata sindaco
Movimento 5 Stelle Sansepolcro

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.