Il cambiamento è questione di Giorni

Tempo di lettura: 2 Minuti

maggioranza e opposizione hanno una settimana, al massimo due, per dare importanti risposte alla città

Il Consiglio Comunale, come da prassi, cesserà dalla pienezza delle proprie funzioni 45 giorni prima delle elezioni. Secondo le ultime indiscrezioni la data delle elezioni potrebbe essere quella del 29 maggio o, al massimo, del 5 giugno 2016. Andando indietro di 45 giorni si nota che il Consiglio Comunale “scadrà” dunque dal 13 aprile o, al massimo, dal 20 aprile. Una settimana, al massimo due, per chiudere discussioni importanti e sulle quali la città attende risposte. È sempre possibile qualche deroga, ma sarebbe ovviamente la classica “toppa” su un vestito ormai logoro.

Vogliamo ricordare due nostre richieste, entrambe supportate da un  gran numero di firme di cittadini di Sansepolcro, che dovranno necessariamente avere risposta nei prossimi – pochissimi – giorni.

Nel Consiglio Comunale del 18 marzo è stata portata in discussione la petizione con cui abbiamo chiesto l’attuazione delle norme esistenti e la pianificazione dei necessari controlli in materia di uso dei pesticidi in agricoltura. In quell’occasione il Consiglio decise di prendere tempo per elaborare un Regolamento sulla Polizia Rurale (peraltro già richiesto dalla Regione due anni fa). Da allora non sono giunte risposte concrete, né dalla giunta e nemmeno dall’opposizione che detiene – attraverso il consigliere Lorenzo Moretti dei Democratici per Cambiare – la presidenza della Commissione che dovrebbe elaborare il regolamento. Chiediamo dunque cosa abbia impedito al consigliere Moretti (che pure aveva mostrato, almeno a parole, un certo interesse alla nostra petizione), di convocare la commissione in questi 15 giorni.

Lo scorso 2 marzo abbiamo altresì presentato una seconda petizione per chiedere che il Comune di Sansepolcro si costituisca come parte civile nei processi che vedranno coinvolti gli ex vertici di Banca Etruria. Sarebbe un minimo gesto di supporto concreto da parte dell’Amministrazione nei confronti dei risparmiatori – oltre cento nella sola Sansepolcro – che hanno subito danni economici anche ingenti a causa del cosiddetto decreto Salva-Banche del Governo. In questo caso non servono nemmeno passaggi in commissione, basta semplicemente dire da che parte si vuole stare.

Chiediamo a questo Consiglio Comunale un ultimo scatto di orgoglio. Le forze politiche, probabilmente troppo distratte dall’elaborazione di strategie e alleanze sempre più incomprensibili, si ricordino che il loro principale compito è quello di amministrare Sansepolcro. Con quale credibilità vi presenterete, maggioranza e opposizione, alla città se già oggi dimostrate di non essere interessati alle richieste dei cittadini?

Usciamo dall’immobilismo di questi anni! Quando diciamo che “il cambiamento è questione di Giorni” non è per noi solo un semplice gioco di parole con il cognome della nostra candidata Sindaco, ma l’essenza del nostro modo di agire. Quando si hanno idee chiare e non si ha paura di condividerle con la città le cose possono cambiare davvero rapidamente.

Aspettiamo dunque la convocazione della commissione e del Consiglio Comunale. È un vostro dovere.

Meetup Sansepolcro 5 Stelle
www.sansepolcro5stelle.it

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.