Giovani e famiglie

La Sansepolcro che vogliamo è una città a misura dei giovani. Vogliamo che abbiano a disposizione le risorse, gli spazi e le attività per sviluppare pienamente le loro capacità. Anche le famiglie devono sentirsi aiutate e supportate dall’amministrazione comunale in tutte le loro necessità.

Giovani • Il ruolo che i giovani avranno nel rendere migliore il futuro della nostra città non deve essere idealizzato ma diventare reale anche nel presente. Esistono tematiche e situazioni attuali nelle quali il Comune, le associazioni e tutta la cittadinanza possono rendere i giovani artefici del loro futuro a Sansepolcro:

  • attività culturali
  • attività sportive
  • istruzione
  • formazione e inserimento nel mondo del lavoro.Diamo fiducia ai nostri giovani con facilitazioni per l’accesso al credito, per l’acquisto della prima casa e incentivi per la creazione di nuove attività imprenditoriali e artigianali. I costi attuali dell’asilo comunale e le spese previste dal bando di gestione di quello nuovo, gravano sul Comune in maniera imbarazzante a causa di scelte sbagliate fatte nel passato anche recente. Occorre dunque una razionalizzazione dei costi della gestione di questo insostituibile servizio.Scuole • Ci sono alcuni punti che necessitano un intervento e un’attenzione immediati da parte dell’amministrazione comunale:

Asilo nido • Dovremo fare in modo che l’asilo nido comunale risponda più efficacemente alla crescente domanda di posti, ma soprattutto alle esigenze lavorative di un numero sempre più crescente di mamme impegnate su più fronti.

  • Garantiamo un sostegno concreto alle associazioni sportive e moltiplichiamo i luoghi d’incontro per i giovani, oggi spesso costretti a cercare tali luoghi fuori da Sansepolcro.
  • accertare quanto prima l’effettiva sicurezza antisismica di tutti i nostri edifici scolastici,
  • favorire percorsi di sempre maggiore collaborazione tra la scuola, le associazioni di categoria (artigianato, commercio, industria, agricoltura) e le realtà imprenditoriali locali,
  • qualificare ulteriormente i corsi di studio esistenti e garantire l’uso di spazi pubblici gratuiti per giovani interessati ad avviare nuove attività.
  • impedire che le nostre scuole superiori vengano ridimensionate e, a tale scopo, avviare un dialogo costruttivo con le altre citta della valle per individuare politiche dell’istruzione sinergiche.

Pari opportunità • Realizzare pari opportunità non può e non deve limitarsi a garantire a donne e uomini la stessa quota di rappresentanza nelle istituzioni, principio che, tra l’altro, sarebbe certamente attuato indipendentemente dall’inserimento di quote se le scelte avvenissero esclusivamente per via meritocratica.

  • Le pari opportunità si ottengono con azioni concrete come la realizzazione di marciapiedi transitabili agevolmente da persone in carrozzina, facilitazioni nell’accesso al credito per i giovani, coinvolgimento degli anziani in attività di pubblico interesse e qualificazione del lavoro femminile che, molto spesso, si aggiunge al ruolo indispensabile che le donne svolgono nel gestire la famiglia e nel crescere i figli.
Print Friendly, PDF & Email
Passiamo parola