Mai risposte da parte dell’Amministrazione Cornioli

Sono passati ormai più di tre anni dall’insediamento dell’amministrazione Cornioli e uno dei dati di fatto che emergono chiaramente è questo: è sempre molto difficile avere risposte precise da essa, su qualsiasi argomento venga interrogata. Del resto, questa è la naturale conseguenza del non avere una visione programmatica e sistemica sulla città, e di non aver sviluppato fin dall’inizio del mandato una progettualità precisa e lungimirante su quanto si desiderava fare negli anni che si avevano a disposizione.

Una lampante dimostrazione di questo è quanto è avvenuto nell’ultimo Consiglio comunale di mercoledì 23 ottobre. Il nostro gruppo aveva infatti presentato un’interrogazione su due argomenti molto importanti per la nostra città: il primo, la realizzazione della Ciclovia Tiberina Sansepolcro-Anghiari-Monterchi, per la quale ricordiamo è stato presentato un progetto, ancora in fase preliminare, finanziato al 50% dalla Regione Toscana con una somma pari a 190.000€. Alla nostra richiesta di conoscere lo stato dell’arte, è stata data una risposta abbastanza confusa dall’Amministrazione, ovvero il fatto che sta andando avanti ma non si è in grado di stabilire esattamente le tempistiche.

Il secondo punto della nostra interrogazione riguardava invece il bando per i  Contratti di fiume, sempre di provenienza regionale e che prevedeva un contributo per gli enti che vi avrebbero partecipato, contributo che doveva poi essere utilizzato per la riqualificazione le zone fluviali (nel nostro caso, quindi, l’area intorno al Fiume Tevere, e sappiamo tutti quanto essa avrebbe bisogno di interventi di ampio respiro).

Hanno partecipato al bando sia il Comune di Sansepolcro che l’Unione dei Comuni, ottenendo entrambi un punteggio bassissimo (addirittura zero il nostro Comune!). Alla nostra domanda sul perché fosse stato ottenuto un punteggio così basso e come mai si fossero presentati due progetti distinti, ci è stata data un’altra risposta insoddisfacente: ovvero il fatto che il Comune aveva partecipato al bando sapendo fin dall’inizio di presentare un progetto debole, e quindi aveva concorso tanto per provarci.

Questo atteggiamento rivela un’evidente superficialità nell’affrontare il bando e uno studio dello stesso molto approssimativo. È mancato totalmente il coinvolgimento di associazioni e soggetti pubblici e privati, che avrebbero potuto dare un loro contributo per arrivare ad avere una visione integrata e sostenibile dell’area fluviale in questione. Se da parte del Comune la partecipazione ai vari bandi è di questo tipo, si capisce molto bene il motivo per cui di finanziamenti se ne ottengono pochi.

Ci dispiace che, ancora una volta, Sansepolcro abbia perso una bella opportunità e ci dispiace riscontrare sempre tale approssimazione e tale superficialità da parte dell’Amministrazione Cornioli. La nostra città avrebbe bisogno di un atteggiamento ben diverso per riqualificarsi e uscire dallo stato di immobilismo in cui si trova ormai da troppo tempo.

Movimento 5 Stelle Sansepolcro

Print Friendly, PDF & Email
Passiamo parola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi