Movimento 5 Stelle: a quando le riprese audio-visive dei Consigli comunali?

È possibile che ci voglia così tanto tempo per acquistare una telecamera?

Il Movimento 5 Stelle ha presentato un’interrogazione, che sarà discussa nel prossimo Consiglio comunale di fine gennaio, per chiedere quanto diventeranno operative le riprese audio-visive dei Consigli comunali che il nostro gruppo, supportato in questa richiesta da moltissimi cittadini, considera un importantissimo strumento di trasparenza e partecipazione alla vita politica del proprio Comune.
Facciamo un po’ di cronistoria: in seguito alla nostra mozione discussa e approvata all’unanimità in uno dei primi consigli Comunali di questa amministrazione (12 luglio 2016, per l’esattezza) la Commissione Regolamenti è arrivata a redigere il relativo Regolamento che è stato poi approvato nella seduta del 19 luglio 2017. Un testo semplice, immediato, che speravamo potesse diventare subito operativo, visto che per la sua attuazione è necessaria una strumentazione semplice e assolutamente non dispendiosa per le casse comunali. Eravamo convinti che, con un Regolamento del genere, massimo a settembre-ottobre le riprese dei consigli sarebbero state disponibili per tutti i cittadini che lo desiderassero.
Invece da quella data sono passati quasi 6 mesi e non ci è giunta nessuna notizia di avanzamento dei lavori, anzi: tutte le volte che lo abbiamo richiesto in modo informale, ci sono state date risposte vaghe. È mai possibile che sia necessario così tanto tempo per acquistare una telecamera e metterla nella sala consiliare di Palazzo delle Laudi? Con la nostra interrogazione, vogliamo quindi riportare l’attenzione sulla questione, ed avere risposte precise sulla tempistica prevista.
Riteniamo infatti che il compito di una forza d’opposizione, come la nostra, non sia solo quello di presentare atti, ma soprattutto di adoperarsi affinché, una volta approvati, diventino operativi, e seguire quindi tutto l’iter necessario per arrivare a questo. E questo impegno e fermezza lo stiamo mettendo e lo metteremo sempre in tutte le questioni che ci vedono coinvolti.
Un’ultima nota è doverosa, anche se un po’ ci rammarica doverla fare visto che la prima cosa che ci sta a cuore è il bene della nostra città: ma se la coalizione Cornioli impiega più di sei mesi e va in confusione per arrivare a rendere operativo un regolamento semplice come quello delle riprese audiovisive, cosa può succedere quando si trova ad affrontare questioni molto più impegnative, come per esempio la costruzione di un secondo Ponte sul Tevere? Lasciamo ai cittadini di Sansepolcro l’ardua sentenza.

Movimento 5 Stelle Sansepolcro

Print Friendly, PDF & Email
Passiamo parola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi