M5S, brutte notizie dal Consiglio comunale del 27 marzo

aumento della TARI e quotazione in borsa di Estra

Il dato politico che esce dal consiglio comunale del 27 marzo è per molti aspetti sconfortante. E’ per noi evidente che certe logiche di gestione dei beni comuni debbano drasticamente cambiare nel futuro. Uno degli obiettivi fondanti del Movimento 5 Stelle è quello di riportare le decisioni più vicine possibile ai cittadini, ma come ben sappiamo la tendenza degli ultimi anni da parte di chi ha governato il paese e la nostra regione è stato esattamente l’opposto.

Nell’ultimo consiglio, tra i numerosi temi trattati, meritano dunque certamente una menzione speciale l’approvazione delle tariffe della tassa sui rifiuti (TARI) e la quotazione in Borsa di Estra. Il nostro voto è stato contrario in entrambe le situazioni e non poteva esserci da parte nostra un giudizio diverso.

La tassa sui rifiuti aumenterà (oltre il 4% sulla quota fissa e oltre il 6% su quella variabile per le utenze domestiche, circa la metà sulle utenze non domestiche). Tali aumenti discendono da scelte dell’ATO 6 Toscana Sud, il tutto in una fase delicatissima in cui il gestore dei servizi, SEI Toscana, è stato commissariato a seguito della clamorosa inchiesta “Clean City” che ha portato ad arresti e altri provvedimenti analoghi. Come possiamo accettare di dover pagare di più a fronte di servizi che non sono certamente migliorati e a fronte di quanto emerso dalle indagini della Magistratura?

Durante il consiglio, alla maggioranza Cornioli abbiamo chiesto di informare correttamente i cittadini di questo aumento, in nome della trasparenza che dovrebbe essere uno dei principi basilari di ogni Amministrazione. Ricordiamo infatti che, a seguito dell’ultimo consiglio comunale del 21 marzo, non essendo ancora disponibili le tariffe Tari, le forze di maggioranza, presentando il bilancio, aveva parlato di invarianza fiscale: a questo punto, è per noi fondamentale e doveroso da parte dell’Amministrazione un gesto di responsabilità verso tutta la cittadinanza, spiegando chiaramente i motivi dell’aumento delle tariffe e le loro conseguenze.

Estra invece verrà quotata in Borsa. Il Comune di Sansepolcro è socio per l’8% circa di Coingas, che a sua volta detiene circa il 25% di Estra. La quotazione in Borsa, come spiegato in commissione e in Consiglio, potrebbe rafforzare Estra…già, ma per fare cosa? Per essere più competitiva sul libero mercato. Fa piacere che nel dibattito siano state ricordate le iniziative dei nostri amici del M5S di Cortona, che già due anni fa presentarono degli emendamenti finalizzati a garantire il mantenimento effettivo in mano pubblica della gestione (come insegna la tremenda esperienza di Nuove Acque, è ben noto a tutti noi come il fatto che la maggioranza delle quote sia pubblica non sia garanzia sufficiente a fronte dello strapotere del privato).

Cosa può fare un Comune? Se tanti comuni riuscissero a mettersi d’accordo su una strategia unitaria (missione estremamente difficile) forse una strada alternativa potrebbe esserci, ma allo stato attuale sembra davvero difficile. Cosa fare dunque? Restituire normalità a un sistema che annienta il peso decisionale degli enti locali.

In Regione Toscana è pronta per essere discussa e, speriamo, approvata una proposta di legge del Movimento 5 Stelle sulla “economia circolare”, con specifico riferimento a una riforma complessiva delle politiche sui rifiuti. Rifiutiamo la logica dell’ATO unico regionale proposta dal presidente regionale Enrico Rossi, certi che tale scelta non farebbe altro che esaltare ulteriormente le storture attuali.

Quanto alla gestione delle reti e dei beni comuni occorre inevitabilmente una legislazione nazionale radicalmente diversa da quella attuale: una legislazione che dia finalmente attuazione alle istanze referendarie sulla ripubblicizzazione dei servizi idrici e che restituisca i “beni comuni” ai loro legittimi detentori, ovvero i cittadini.

Sappiamo che questo sarà possibile solo con un cambiamento radicale ai vertici del governo nazionale e ormai possiamo dire con certezza che mancano solo pochi mesi alle elezioni del 2018 quando potremmo finalmente avere un Governo a 5 stelle.

Movimento 5 Stelle Sansepolcro

Print Friendly, PDF & Email
Passiamo parola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi