Gagnarli (M5S): su Madonna il Ministero fa spallucce

MADONNA DELLA MISERICORDIA DI PIERO DELLA FRANCESCA: IL MINISTERO FA SPALLUCCE, NON ENTRIAMO NELLE QUESTIONI TRA ENTI LOCALI

In Commissione cultura arriva oggi la risposta all’interrogazione della portavoce M5S Chiara Gagnarli sul prestito della Madonna della Misericordia di Piero della Francesca, da Sansepolcro a Milano, dov’è stata esposta dal 6 dicembre 2016 fino all’8 gennaio 2017.

Il prestito aveva generato non poche polemiche da parte dei cittadini del comune toscano, indignati per non esserne stati neanche informati attraverso un passaggio in consiglio comunale, e per aver subito un evidente danno all’attrattiva turistica della città proprio durante le festività natalizie.

Il Sottosegretario Cesaro  – ricorda la portavoce M5S Gagnarli – ha sottolineato la forte attenzione della Sovrintendenza nello smontaggio e nel trasferimento a Milano, ma si è detto estraneo alle dinamiche degli accordi tra le amministrazioni locali, mostrando, a mio giudizio, poca attenzione al caso specifico. Già – prosegue la deputata aretina – perché il Polittico di Piero della Francesca è stato praticamente snaturato, a Milano è andato l’elemento centrale mentre a Sansepolcro è rimasto il resto dell’opera sguarnita del suo elemento principale. Tutto ciò ci sembra irrispettoso dell’arte in generale, e non persegue il fine della tutela e valorizzazione del patrimonio artistico e culturale sancito dall’articolo 9 della Costituzione, e svela un ministero complice e succube di un potere politico che non ha nessun rispetto della dignità e del valore culturale delle opere del territorio avallando iniziative non giustificabili.

Malgrado gli accordi tra Enti locali – conclude la Gagnarli – auspichiamo che il Ministero, nella sua opera di salvaguardia dell’immenso valore artistico presente nel nostro Paese, si renda conto che le opere non sono figurine da poter scambiare e peggio smontare a piacimento.


Print Friendly, PDF & Email
Passiamo parola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi